11/5/2018

Concorso "Acque Termali" Grosseto

 "Degli Etruschi sappiamo poco. Ma oltre il tempo rimane il fascino di una civiltà

misteriosa, scolpita nel tufo, severa e romantica, raffinata e religiosa.
Una civiltà nata dalla macchia scura e umida, dal verde cobalto e dal canto di un
usignolo, una civiltà ribelle.
Ancora nel sottobosco si ode l’eco di tragedie nascoste alla Storia distratta, di miti
sfuggiti ai tombaroli, il racconto si mescola al sapore del vino e prende la forma di una
danza.
Questa danza parla del più mistico dell’Archè, della storia più arcaica, lungamente
nascosta nel tufo, eredità della più fiera delle principesse: l’Etruria.
Parla della creazione della donna e dell’uomo, dove il fuoco, l’acqua, l’aria e la terra si
mescolano miracolosamente. La nascita del primo uomo, trionfante da fumi e acque
bollenti."

Questo è l'incipt di "Archè" il saggio con cui Giovanni Cerboni, della II Liceo Classico G. Chelli, ha vinto il terzo premio del Concorso "Acque Termali" indetto dal Rotary Club Grosseto e dalla Fondazione Rotariana di Grosseto “Carlo Berliri Zoppi”.

 

 
Orgogliosi del nostro Giovanni e della sua classe che ha saputo lavorare come una vera squadra, ringraziamo gli organizzatori di un concorso così interessante e calato nel nostro territorio.